Contenuto riservato agli abbonati

Ex operaio si reinventa vignaiolo e vendemmia all’antica maniera

PORDENONE. In qualche decennio Pordenone è passata da realtà contadina a cittadina industriale a post industriale.

Una città che resta piccola e che nonostante gli stravolgimenti dati dal consumo di suolo, intenso anche negli ultimi anni, conserva ancora qualche segreto.

Nascosti in qualche borgata ci sono ancora i pordenonesi che resistono e portano avanti tradizioni che ormai sono state quasi dimenticate.

Tradizioni che raccontano un’era di transizione della società, nella terra di mezzo tra l’agricoltura e l’espansione delle fabbriche, quando i metalmezzadri lavoravano in catena di montaggio e una volta finito il turno, lavoravano i campi.

Da

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Studenti in piazza a Torino, scontri con la polizia

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi