Fvg in zona gialla e Green pass “rafforzato”: a Udine nessuna multa su 270 controlli, a Pordenone pochi con la mascherina

UDINE.  Non eravamo più abituati a usarla da mesi all’esterno, ma da lunedì 29 novembre la mascherina è diventata di nuovo obbligatoria con l’entrata in zona gialla del Friuli Venezia Giulia.

Questa è l’unica cosa che accomuna vaccinati e non vaccinati. Questi ultimi, infatti, devono rispettare le restrizioni che in Friuli Venezia Giulia, con una settimana di anticipo rispetto al resto dell’Italia, il super Green pass pone loro davanti.

Su quest’ultima misura non tutti hanno le idee chiare, in particolare ristoratori ed esercenti. A Udine più di qualcuno, infatti, seppur contento di riuscire a tenere aperto, è in dubbio su come effettuare i controlli e se chi è sprovvisto di vaccino possa comunque accedere al bancone. E c’è chi teme un calo degli affari con una riduzione della clientela.

I cittadini, per lo più chi il vaccino lo ha già fatto, plaude alla nuova normativa e la vede come un modo per uscire prima dall’impasse generato dalla pandemia.

Per chi può contare sulle due dosi di immunizzazione di fatto non cambierà nulla, potrà comunque andare al ristorante, al cinema, al teatro, allo stadio e in tutti gli altri luoghi al chiuso, esattamente come in zona bianca.
A Udine i cittadini sono ligi: dai controlli dei carabinieri risulta che su 215 persone e 54, tra esercizi pubblici e commerciali controllati, non sono state riscontrate violazioni alla normativa.

A Pordenone poche mascherine all'aperto all'esordio della zona gialla, mentre non si registrano problemi di sorta per il super Green pass cartaceo: è la situazione in città nelle prime ore di applicazione della normativa che il Fvg ha anticipato di una settimana rispetto al resto della nazione.

Ciò che balza agli occhi immediatamente è la scarsissima applicazione dell'obbligo di indossare la mascherina: nel centro storico - in cui i negozi sono chiusi per turno settimanale - le persone passeggiano senza indossarla e nessun controllo, per il momento. Le presenze davvero sporadiche delle persone, scongiurano comunque il rischio di assembramento.

Gli esercenti della città non lamentano disagi: i clienti abituali esibiscono il Green pass cartaceo. «Tuttavia, molti si sono dimenticati di stamparlo - riferiscono alcuni baristi -, ma lo mostrano sullo smartphone e ci fidiamo che sia quello generato da vaccinazione. Del resto, in queste prime ore non abbiamo avuto controlli e speriamo che ci sia una tregua ancora per qualche tempo, visto che la novità non è stata ancora interiorizzata».

Il Pordenone calcio, che martedì sera ospita a Lignano l'Alessandria per la sfida di serie B, ha lanciato un appello ai tifosi di entrambe le squadre: «Venite con il Green pass cartaceo - ha esortato la società - per poter entrare regolarmente allo stadio. Non saranno ammesse deroghe».

Considerata l'affluenza di meno di mille spettatori nelle gare precedenti, per il turno infrasettimanale non si attendono più di 500 tifosi, circostanza che favorirà il controllo della documentazione.

Calma, ma confusione sulle indicazioni da seguire nei bar e caffè di Trieste. «Abbiamo notato tanta confusione tra i clienti, che non sapevano che cosa dovevano esibire - dicono i dipendenti di un locale in centro - A un gruppo di tre persone è stato chiesto di consumare fuori perché avevano solo il qrcode e non il foglio cartaceo».

In un altro bar gli avventori si sono dimostrati «in regola, hanno occupato tre tavoli e tutti e tre erano minuti di Green pass cartaceo: al banco non lo chiediamo perché non è ancora chiaro se sia necessario o meno».

Anche in un altro Caffè attendono delucidazioni. Al banco per il momento sembra che anche i non vaccinati possano consumare. Tra gli spazi aperti al pubblico che restano invece sotto l'egida del Green pass base, ovvero anche ai testati e non solo ai vaccinati e ai guariti, ci sono le palestre. «Continuiamo a fare i controlli - dicono in un centro di crossfit - Dall'obbligo della carta verde non abbiamo riscontrato calo di clienti».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tonga, case a pezzi e auto accartocciate tra le palme: il video del ministro del Commercio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi