Di corsa lungo il fiume per accendere un faro su autismo e disabilità

lignano

Si celebra venerdì prossimo la Giornata internazionale delle persone con disabilità e per l’occasione Lignano Riviera diventerà protagonista di una marcia di 100 chilometri lungo l’argine del fiume Tagliamento.


Una iniziativa denominata “Autismo percorso di vita”, ideata da Valentino Gregoris, padre di un ragazzo autistico e volontario dell’associazione “Noi uniti per l’autismo” di Pordenone che da anni si impegna nella sensibilizzazione dell'opinione pubblica su questi argomenti.

Cento chilometri che Gregoris percorrerà partendo allo scoccare della mezzanotte da San Vito al Tagliamento fino a Lignano Sabbiadoro e ritorno, accompagnato da una pila frontale, oggetto che in questo caso acquisisce anche un valore simbolico di faro che permette di fare luce sulle problematiche legate alla disabilità e all’autismo.

In questo suo percorso farà tappa anche a Carbona, al Ponte di Madrisio, Mussons, Latisana e Pertegada con un arrivo previsto a Lignano verso le 11. Ad attenderlo, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale ci sarà l’assessore alla Cultura e Istruzione di Lignano Sabbiadoro Ada Iuri, che sottolinea il valore di questo appuntamento: «Già Lignano, all’inizio di alcune stagioni, ha dedicato un pensiero e un impegno alla realtà dell’autismo – spiega –, in collaborazione con il Rotary club. Questa camminata lungo il fiume vuole sottolineare ulteriormente l’interesse e il pensiero che la città rivolge a una tematica così attuale». —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tonga, case a pezzi e auto accartocciate tra le palme: il video del ministro del Commercio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi