Contenuto riservato agli abbonati

"Matrimonio” e “famiglia tradizionale”, che cosa è successo a Udine: il dietrofront sullo statuto che ha spaccato il Consiglio

Chi sono i vincitori politici e i vinti: nonostante il disco verde ottenuto dall'assemblea, la discussione sulla modifica dello Statuto del Comune non si è esaurita

UDINE. Passata è passata. Ma la delibera con la quale il Consiglio comunale ha ratificato le modifiche a sei degli 89 articoli che compongono lo Statuto del Comune lascia dietro di sé uno strascico di polemiche che non accennano a spegnersi.
 

“Colpa” del riferimento – prima inserito e poi rivisto e corretto – alla «famiglia come società naturale fondata sul matrimonio».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi