Riparte il concorso fotografico “I Presepi del Friuli Venezia Giulia": premiati i migliori scatti, ecco il regolamento

www.eliafalaschi.it

UDINE. Torna per l'ottava edizione il Concorso artistico fotografico “I Presepi del Friuli Venezia Giulia", promosso da Messaggero Veneto e Comitato del Friuli Venezia Giulia dell'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia.

Dal 1 dicembre al 6 gennaio a mezzanotte si potranno inviare i propri scatti fotografici, sia di presepi pubblici che privati purché allestiti sul territorio regionale, all'email presepifvg@gmail.com. 

I migliori scatti saranno pubblicati sul giornale e vedranno assegnati all'autore i premi secondo regolamento (pubblicato sul sito www.messaggeroveneto.it e www.presepifvg.it), che invitiamo tutti i partecipanti a leggere prima di inviare le fotografie.

Regolamento Concorso by Flavio Nanut

La partecipazione al concorso è aperta a tutti e gratuita e ci saranno 4 vincitori settimanali lungo il periodo natalizio più uno finale. 

A giudicare le opere sarà la giuria formata dal direttore del Messaggero Veneto Omar Monestier, il presidente delle Pro Loco regionali Valter Pezzarini, la vicepresidente delle Pro Loco regionali Anna Lisa Ballandini, il professore universitario in fotografia allo Iuav di Venezia Andrea Pertoldeo, il fotografo professionista Diego Petrussi e il segretario delle Pro Loco regionali Marco Specia o loro delegati. 

Tema di questa edizione sarà “ll Presepe della mia casa, il Presepe del mio paese: alla scoperta delle Natività locali del Friuli Venezia Giulia”.

S'intende far emergere quanto il presepe sia in regione ancora largamente diffuso e apprezzato: simbolo di religiosità e di tradizione, rappresentazione concreta dell’unione all’interno delle famiglie e delle comunità che lo realizzano nel periodo natalizio. 

Non ci sono limiti all’ispirazione: nelle edizioni precedenti sono arrivate fotografie con Natività realizzate con i materiali più vari e allestite in molteplici luoghi.

Dai presepi realizzati per esempio con i biscotti, a quelli classici con statuine d’epoca, fino a installazioni che si fondevano con i luoghi che li ospitavano, sia all’interno di chiese che immerse nella natura (tra queste, anche alcune realizzate nella magia di scenari caratterizzati dalla neve).

Pronti a mettere in azione le macchine fotografiche? Aspettiamo i vostri contributi. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi