Contenuto riservato agli abbonati

Non ci fu violenza sessuale su una minore, assolto il collezionista Garlant

La pubblica accusa aveva chiesto l’assoluzione per il “cacciatore” di cimeli militari

GEMONA. Il collezionista di cimeli militari Paolo Garlant, 42 anni, giovedì 2 dicembre è stato assolto dal tribunale di Udine in composizione collegiale (presidente Paolo Alessio Vernì, a latere Roberto Pecile e Camilla Del Torre) dall’accusa di violenza sessuale per un episodio che risale al dicembre di quattro anni fa.

Ad accusare Garlant era stata una minorenne, che all’epoca dei fatti frequentava la famiglia dell’uomo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi