Le “matitone” di Vele libere riportano colore in piazza assieme a notes e temperini

La singolare installazione illustrata dai tre giovani autori dei disegni L’opera sostituisce anche quest’inverno i getti d’acqua della fontana  

L’iniziativa

Lo scorso anno l’amministrazione comunale di Azzano Decimo aveva promesso di dare un nuovo volto alla fontana di piazza Libertà durante i mesi invernali e il progetto si è concretizzato grazie al gruppo giovani dell’associazione culturale Vele libere, che ha dato vita all’opera intitolata “Niente di più facile”, le grandi matite colorate, patrimonio comunale, funzionali alla copertura invernale dei getti della fontana. Ora sono tornate in piazza Libertà e, grazie alla continua collaborazione con Vele libere, lo fanno con una novità.


«A fare da cornice – afferma il consigliere delegato a patrimonio e manutenzioni, Monica Padovan – quest’anno ci sono otto temperini e quattro blocknotes giganti. I disegni sui blocknotes esprimono l’estro di tre ragazzi del gruppo giovani: Thomas Cappelletti, Giulio Toffolo e Giada Vicenzi. Un ringraziamento a Vele libere per aver portato anche quest’anno un po’ di colore in piazza Libertà».

I tre giovani artisti illustrano il significato delle loro creazioni. «Smonkey – spiega Thom – è un’illustrazione ironica che gioca con due parole inglesi: monkey (scimmia) e smokey, che significa fumato o fumoso. Sostituendo infatti la lettera “n” all’interno della parola “Smonkey” possiamo ottenere entrambe le parole. Il tutto racchiuso all’interno di un pacchetto di una nota marca di sigarette». Giada dice che «l’opera fa parte della collezione “ReMade girls”, un progetto nato dall’idea della donna nell’arte in versione moderna. I soggetti rispecchiano moda e atteggiamento contemporaneo, evidenziando la differenza sociale tra ieri e l’oggi. L’illustrazione si rifà al dipinto “La dama con l’ermellino” di Leonardo da Vinci».

«Come la mano dell’uomo, nella società contemporanea, interagisce con l’ambiente e la natura – afferma infine Giulio –: questa è la riflessione che si vuole porre a chi guarda il disegno che raffigura alcuni elementi dell’ambito agricolo e dell’autunno con i suoi colori. Il focus è la necessaria collaborazione tra l’essere umano e il mondo che lo circonda. Si vuole in maniera astratta, dare la possibilità allo spettatore di interpretare a suo modo l’idea artistica». Vele libere dal 1998 opera nel proprio territorio e non solo, cercando freschezza e novità, in questo momento attraverso il gruppo giovani; il quale è alla ricerca di nuove figure con cui confrontarsi, nuove sfide ed esperienze. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Metropolis/13 Live Speciale Quirinale - Salti di fine stagione. Con Corrado Augias e Stefano Folli

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi