Più luce in via Ristori solo al termine dei lavori

CIVIDALE

Bisognerà attendere la conclusione del cantiere in corso sulla centralissima via Adelaide Ristori, dove da mesi è in fase di ristrutturazione un palazzo, per poter risolvere le carenze della pubblica illuminazione lungo la strada, lamentate da numerose attività affacciate sulla stessa e raccolte dalla minoranza consiliare, che in occasione della seduta consiliare di lunedì ha sottoposto il caso all’attenzione della giunta Bernardi.


«Via Ristori resta in penombra, creando disagi e dando un senso di trascuratezza», ha sottolineato la capogruppo dei Civi-ci, Emanuela Gorgone.

«È vero, il problema esiste – ha risposto l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Ruolo –, ma vi si potrà porre rimedio solo al termine dell’intervento sull’edificio: a quel punto la ditta che ha in gestione il sistema dell’illuminazione pubblica sul territorio comunale avrà modo di completare le opere di sostituzione delle lampade già attuate in tutto il centro città».

E una soluzione si profila anche per le criticità rilevate dall’opposizione in via San Lazzaro (in corrispondenza del muraglione che la costeggia, delimitato fin da agosto da transenne) e sulla porta nelle antiche mura di via Scipione di Manzano, chiusa per problemi di carattere strutturale.

«I fondi necessari sono già stati stanziati», ha annunciato il sindaco Daniela Bernardi, assicurando che «entrambi i problemi saranno risolti a breve».

E circa l’appunto della minoranza sul basso numero associato – sul sito dell’ente, alla voce geo-segnalazioni – alle criticità prese in carico e risolte, la prima cittadina ha chiarito che, in realtà, quasi tutti i problemi sono stati appiananti, ma che il portale non è stato aggiornato. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Tv, Sabina Guzzanti è Berlusconi: "Mi candido come prima donna al Quirinale"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi