Salute della donna Ospedale premiato con il bollino rosa

Assegnato per la prima volta dalla Fondazione Onda Il direttore generale di Asfo: «Riconoscimento prestigioso»





Conferma per l’ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone, con due bollini, ma prima volta per l’ospedale di San Vito al Tagliamento, che si è visto assegnare un bollino rosa dall’Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna per il biennio 2022-2023, che indica gli ospedali “vicini alle donne”.

Un riconoscimento che evidenziano i percorsi diagnostico-terapeutici e servizi dedicati alle patologie femminili di alto livello clinico ed epidemiologico, riservando particolare attenzione alla centralità della paziente. «I bollini rosa – afferma l’Asfo (Azienda sanitaria Friuli occidentale) sono, infatti, il riconoscimento che Onda, da sempre impegnata sul fronte della promozione della medicina di genere, attribuisce agli ospedali più attenti alla salute femminile e che si distinguono in Italia per l’offerta di servizi dedicati a prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie delle donne». La cerimonia di assegnazione si è svolta ieri a Roma, al ministero della Salute, alla presenza di una delegazione dell’Asfo.

«I bollini rosa – afferma il direttore generale dell’Asfo, Joseph Polimeni – sono motivo di particolare orgoglio per l’Azienda, perché dimostrano che le nostre iniziative a favore della salute della donna sono state valutate eccellenti e che la nostra attenzione all’universo femminile si esplicita non solo sul piano strettamente sanitario, ma anche su quello psicologico e del riconoscimento della condizione femminile».

La valutazione delle strutture ospedaliere e l’assegnazione dei bollini rosa è avvenuta tramite un questionario di analisi composto da oltre 400 domande. I criteri di valutazione presi in esame sono specialità cliniche che trattano problematiche di salute tipicamente femminili e trasversali ai due generi che necessitano di percorsi differenziati, tipologia e appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici; servizi clinico-assistenziali in ottica multidisciplinare gender-oriented, l’offerta di servizi relativi all’accoglienza delle utenti alla degenza della donna a supporto dei percorsi diagnostico-terapeutici (volontari, mediazione culturale e assistenza sociale) e il livello di preparazione dell’ospedale per la gestione di vittime di violenza fisica e verbale. —



Video del giorno

Tonga, case a pezzi e auto accartocciate tra le palme: il video del ministro del Commercio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi