Cancellata la festa di Capodanno Rievocazione di gennaio a rischio

Congelato il progetto del brindisi in piazza il 31, in forse il presepe sul Natisone L’assessore Ruolo: troppo difficile evitare assembramenti. Decisioni attese oggi

CIVIDALE

Rievocazione storica del 6 gennaio a forte rischio (se ne saprà di più questo pomeriggio, dopo una riunione sul punto), come il presepe subacqueo sul Natisone e rinvio per la novità del Capodanno in piazza, che a Cividale sarebbe stata un’esperienza senza precedenti. L’entrata del Friuli Venezia Giulia in zona gialla ha imposto all’amministrazione un aggiustamento in corsa del programma delle manifestazioni natalizie, ricalibrate in funzione delle regole contro la pandemia: nell’insieme, però, l’assessorato al turismo è riuscito comunque a predisporre un cartellone variegato e rinnovato rispetto al passato.


Dopo vari confronti con il comando della polizia locale della Comunità del Friuli orientale e i competenti uffici municipali, l’assessore Giuseppe Ruolo ha trovato la quadra, rinunciando alla mobilità delle animazioni previste – che non saranno dunque itinerari ma statiche, in Foro Giulio Cesare e in Corte Brosadola –, ma confermando il coinvolgimento dell’associazione Arte Cuore e Passione, che allestirà un mercatino, e di Arteinventando, Pattinaggio Cividalese, Scuola di danza classica e moderna di Erica Bront, CiviLive e Maravee Animazione: tutte queste realtà concorreranno a vivacizzare la festività dell’8 dicembre e poi i week-end dell’11 e 12 e del 18 e 19. «La città sarà dunque calda, luminosa e accogliente nonostante le limitazioni del periodo», commenta Ruolo, ricordando che verrà anche riproposto il concorso dei presepi nelle vetrine delle attività del centro, che aveva debuttato lo scorso anno, e annunciando il posizionamento in tutti i borghi (oggi) di inediti addobbi, dei fiocchi di neve realizzati su progetto dell’artista Massimo Clemente e affidati per la decorazione alle scuole primarie Manzoni e Tomadini e alla scuola dell’infanzia Podrecca, sotto il coordinamento di Lorenzo Chicchio. L’Associazione Borgo Brossana, inoltre, curerà uno speciale allestimento nella borgata. Già accese le luminarie, mentre alle 17.30 di mercoledì si illuminerà il grande abete di piazza Diacono: «In contemporanea quattro videoproiezioni a tema faranno brillare altrettanti palazzi del centro, che invito i cividalesi a scoprire», anticipa l’assessore.

L’emergenza sanitaria azzoppa invece, come detto, un’iniziativa che la città avrebbe certamente salutato con favore. «L’idea – spiega Ruolo – era di proporre, per la prima volta in assoluto, un Capodanno in piazza, per festeggiare l’arrivo del 2022 tutti insieme, offrendo anche un’occasione in più ai pubblici esercizi del centro. Avremmo voluto annunciarlo all’avvio dei festeggiamenti per il Natale, ma la prudenza ci ha imposto di congelare il progetto, rimandandolo. Sarebbe stato troppo difficile evitare situazioni di sovraffollamento», conclude Ruolo. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Milano, vigile in borghese spara un colpo in aria: disarmato da un gruppo di ragazzi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi