Manca personale in carcere FdI incontra la direttrice

tolmezzo

«Il carcere di Tolmezzo è per la nostra città, e per tutto il territorio circostante, una risorsa – sostiene la referente provinciale di Fratelli d’Italia per la Carnia Laura Tosoni –. È per questo che le prese di posizione a difesa della struttura di Tolmezzo espresse dal presidente dell’Unione dei sindacati di Polizia Penitenziaria ha sollevato perplessità e preoccupazione».


A preoccupare è il problema del numero ridotto di operatori, l’elemento scatenante di problemi per i lavoratori e per i servizi ai detenuti.

Si è riunito il direttivo del circolo FdI di Tolmezzo e, tra gli argomenti all’ordine del giorno si è parlato anche della delicata questione della Casa circondariale quindi, sentito il referente provinciale del Sappe, sindacato della Polizia penitenziaria, si è deciso di richiedere l’intervento dell’onorevole Walter Rizzetto, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia. Nei giorni scorsi Rizzetto, assieme al referente provinciale per la Carnia Laura Tosoni e al segretario del circolo Tolmezzino Lorenzo Marchese, è stato ricevuto dalla direttrice del carcere Irene Iannucci, per un colloquio. La direttrice ha spiegato come è stata affrontata la questione della gestione della pandemia nonostante i numerosi casi di positività verificatisi sia tra i detenuti che tra il personale operativo, della necessità di mediazione tra le esigenze di contatto tra i detenuti e i loro familiari e le restrittive misure di sicurezza sanitaria, ma soprattutto è stato discusso il problema della mancanza di personale, che coinvolge tutti i settori, da quello amministrativo-contabile a quello dirigenziale, con la mancanza di un comandante di reparto effettivo; la stessa direttrice, effettiva a Tolmezzo, deve operare quale direttore supplente anche a Pordenone.

«Nonostante la carenza di personale nei vari ruoli – osserva Tosoni –, tutti i compiti istituzionali previsti sono sempre stati, e continuano ad essere, garantiti dalla competenza e professionalità del personale, compresa l’assistenza sanitaria in collaborazione con l’Asufc».

Il parlamentare di FdI e i rappresentati locali hanno visitato la struttura accompagnati dal il vicesovrintendente Daniele Policci che ha fatto vedere le diverse aree dell’istituto, i reparti detentivi, l’area sanitaria, le aree dedicate allo studio e allo svago. Nel cortile interno è stata costruita una grande serra che verrà a breve utilizzata da quattro ex detenuti che, caso unico in Italia, pur avendo scontato la pena, per la loro riconosciuta pericolosità sociale, non possono tornare in libertà.

Il consigliere comunale Mario Antonio Zamolo, che ha ringraziato Rizzetto per la sua disponibilità, evidenzia che il carcere di Tolmezzo inizialmente accolto quale necessario contrappeso al mantenimento del tribunale di Tolmezzo ora, con 167 dipendenti, rappresenta uno degli elementi strutturali per la tenuta anche demografica del nostro territorio e del comune di Tolmezzo. —



Video del giorno

Stefano, vita da crossdresser: "Sono padre, marito, eterosessuale e mi vesto da donna"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi