Contenuto riservato agli abbonati

Pugni e calci al volto del collega cameriere: condannato a 3 anni e 3 mesi

LIGNANO. Si conoscevano da poco, ma il lavoro li aveva costretti a vivere da subito a stretto contatto per l’intera giornata: nelle ore di servizio, tra la cucina e la sala dove si alternavano come camerieri, e, per il resto del tempo, nell’alloggio che era stato loro assegnato dall’azienda per la durata dell’incarico.

Una convivenza forzata che entrambi mal sopportavano e che ha finito per scatenare nel più giovane dei due un moto di inusitata violenza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi