Respinto il ricorso di due operatrici sanitarie sospese dal lavoro perchè non vaccinate

Luciano Clarizia, presidente dell'Ordine degli infermieri

PORDENONE. Dopo le bocciature al Tar e al Consiglio di Stato, anche il giudice del lavoro di Pordenone ha respinto il ricorso di due operatrici del servizio sanitario dell’Asfo che erano state sospese perché non in regola con l’obbligo vaccinale e che, per questo, avevano presentato ricorso, appunto, al giudice del lavoro.

"Il Tribunale – si legge in una nota firmata da Luciano Clarizia, presidente dell’Ordine degli infermieri di Pordenone – ha chiaramente sottolineato che non vi fosse ragione per cui le due operatrici dovessero essere esentate dalla vaccinazione, che non vi erano possibili problemi di salute e che i due certificati presentati dalle oss non erano compilati dal loro medico di medicina generale, come previsto dalla normativa, bensì da un medico che, a seguito di reiterate segnalazioni concernenti certificati di esenzione per il vaccino anti-Covid rilasciati a pazienti di altri medici, pare sia stato radiato dall’Ordine”.

Per Clarizia si tratta di “un ulteriore segnale chiaro per chi vuole svolgere un’attività in campo sanitario ma che non merita assolutamente di farne parte”.

Da qualche giorno le sospensioni di operatori non in regola con la vaccinazione anticovid sono state, con la nuova normativa, affidate agli Ordini professionali "e se questo – sottolinea il presidente – da una parte sarà un ulteriore onere a carico di questi, dall’altra parte si procederà più velocemente ad identificare i professionisti no vax ed allontanarli dai luoghi di lavoro, questo a tutela di tutti i cittadini”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi