Contenuto riservato agli abbonati

Allarme Omicron, 70 presidi friulani tra i firmatari della lettera al governo: «Dad fino al 31 gennaio. Non riusciamo a garantire sicurezza»

UDINE. «Una programmata e provvisoria sospensione delle lezioni in presenza (con l’attivazione di lezioni a distanza) per due settimane è sicuramente preferibile ad una situazione ingestibile che provocherà con certezza frammentazione, interruzione delle lezioni e scarsa efficacia formativa». Lo chiedono i presidi con una lettera appello rivolta al capo del governo e al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. Tra i firmatari ci sono anche 70 dirigenti friulani.

Video del giorno

Azovstal: l'"ultima sigaretta" del soldato fra le bombe è il simbolo della fine della battaglia

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi