In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio



Il campo è corto, venti metri per dieci, con pareti di vetro. Racchetta leggera, regole semplici e immediate. È un gioco intuitivo il padel, è un gioco aggregante, soprattutto. E che piace a tutti. Mettici il divertimento, mettici che a sfidarsi trovi l’ex calciatore professionista e l’appassionato, il pensionato e il tennista di lungo corso. Dai quindici anni agli over 70. E che quando si inizia non si smette più. Sono i numeri a certificare la crescita di una disciplina sportiva nata negli anni Settanta in Messico – merito di una intuizione, quella dell’imprenditore Enrique Corcuera – anche in Fvg. Nell’arco di quattro anni infatti in regione sono stati realizzati 25 campi (sei a Cordenons, sei a Pordenone, due a Moruzzo, quattro al Tennis Club Garden, uno a Grado, due a Villesse, Lucinico e Cervignano).

Al Tennis Club Garden di Pasian di Prato a febbraio saranno inaugurati tre nuovi campi coperti che si aggiungono ai quattro esistenti: il primo fu realizzato nel 2018, il secondo nel 2019 e nel 2020 sono stati ultimati altri due campi coperti. Altri ne verranno realizzati a Lignano dove la giunta ha dato il via libera per l’apertura di un bando con cui affidarne la costruzione al parco Unicef a Riviera e a febbraio ne arriveranno quattro coperti a Trieste e due a Gorizia. «L’associazione sportiva Padel Fvg ha 128 soci e una trentina di tesserati – dichiara il vicepresidente e istruttore Andrea D’Orso – e partecipa ai campionati regionali e nazionali a livello agonistico vantando numerosi titoli. Nel 2018 abbiamo aperto la prima scuola Fit Padel con un gruppo di maestri qualificati che fanno corsi di aggiornamento con giocatori di prima fascia, come il campione italiano Simone Cremona. Da allora c’è stato un vero e proprio exploit del movimento che sta continuando a crescere». C’è poi tutto il mondo degli appassionati. Che sono tanti (quasi il 50% donne). «È uno sport che coinvolge tutti, dai ragazzini agli over 70 – racconta Marco Santarelli, presidente del Tennis Club Garden e istruttore assieme a Gabriele Romanin e Giuseppe Salvatorelli –. Abbiamo deciso di ospitare nuovi campi realizzati e gestiti dall’associazione Padel Fvg perché la richiesta è altissima e spesso, in particolare per le ore serali, si fa fatica a trovarne uno libero. Il nostro bacino di utenza è di 500 persone».

Ci si diverte a padel. Si corre, si fa conoscenza. Fa stare bene, coinvolge e permette di giocare una partita intera anche ai principianti. Non è una moda, ormai lo stanno ammettendo anche gli scettici, quelli del “è bello ma non dura”. Regole semplici, si diceva. Si gioca solo in doppio e si può approfittare dei rimbalzi della palla sulla parete di vetro, colpirla al volo e spedirla nell’altra metà campo. I tornei amatoriali diventano momenti di socializzazione. E poi ci sono i gruppi Whatsapp per organizzare le partite e trovare compagni di gioco. La prenotazione del campo è a portata di clic su un’App dedicata. «C’è stata una esplosione – conferma Andrea Merati direttore sportivo dello Sporting Club Moruzzo che conta 300 soci – al di là delle migliori previsioni che potevamo fare. Abbiamo iniziato a fine estate 2020 con due campi e un terzo sarà usufruibile a marzo. È uno sport che si sta consolidando e che crescerà ancora. La sua forza è il fatto di essere aggregante e che riesce a farti divertire da subito. Il nostro obiettivo è quello di creare una scuola padel per i più giovani anche grazie ai miei collaboratori come l’istruttore Stefano Mazzega». Che poi a Udine nel padel c’è chi aveva investito già nel 1992. Come Adam Thierry, uno dei soci titolari della palestra Modulor in via Gabelli che ne è stato un precursore. «Un giocatore di squash dell’Argentina – spiega –, ci raccontò del padel e di come questo gioco fosse diffuso nel suo Paese lanciandoci l’idea per uno sport all’aperto. Così abbiamo deciso di investirci e siamo stati i primi in Italia a farlo ma abbiamo precorso troppo i tempi». Il campo all’epoca non viene utilizzato, fino a quando il padel inizia a essere conosciuto. «Durante il Covid quando la palestra è rimasta chiusa l’abbiamo rimesso a nuovo e a primavera ne sistemeremo un secondo» conclude. La voglia di giocare, del resto, non manca. —



I commenti dei lettori