In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Lusevera

Il cuore dell’Alta Val Torre negli scatti di Mattighello

Il fotografo conosce i luoghi e gli animali che li popolano Il vicesindaco: è il cantore dei tesori del nostro ambiente

Lucia Aviani
1 minuto di lettura

LUSEVERA

Con l’Alta Val Torre è tutt’uno, non c’è angolo che gli sfugga, sentiero che non abbia percorso. Padroneggia il territorio alla perfezione e conosce nei minimi particolari le abitudini degli animali che lo popolano, e che lui riesce a “catturare” con l’obiettivo, immortalandoli in scatti potenti e poetici al tempo stesso, capaci di infondere la percezione della forza della natura, dei ritmi vitali.

Luciano Mattighello, originario di Cesariis di Lusevera – dove torna ogni volta che può, nonostante risieda a Udine – e «da sempre» appassionato di fotografia, nella sua terra natale è un’autorità. «È il cantore della nostra vallata, di cui è il più grande esperto», conferma il vicesindaco Mauro Pinosa, che all’artista («autore – ricorda – di centinaia e centinaia di “ritratti” a ogni sorta di bestie selvatiche») attribuisce un ruolo «determinante» nella diffusione della conoscenza dei tesori ambientali e faunistici, appunto, del comprensorio dell’Alta Val Torre.

«Le sue foto ci rappresentano al meglio, offrendo la testimonianza di un ambiente incontaminato, puro», commenta. La passione per la fotografia, coltivata fin da ragazzo e per lungo tempo andata a braccetto con quella per la caccia, da ormai tanti anni ha soppiantato la seconda: appeso il fucile al chiodo, nelle sue peregrinazioni nei boschi – in primis quelli della parte più in quota della Val Torre, come detto, ma pure del Tarvisiano e della Carnia – Mattighello si limita ora ai “clic”, forieri di una miriade di quadretti incantevoli, che compongono una rassegna completa della fauna selvatica nostrana.

Casualità e istinto stanno alla base della sua filosofia creativa: i lunghi appostamenti non fanno per lui, i sofismi tecnici neppure. La padronanza del mezzo e la sensibilità nel cogliere scorci e colori sono le armi vincenti del fotografo naturalista di Cesariis. A Mattighello – che in passato ha esposto i suoi lavori in più sedi – piace cogliere l’attimo, quando arriva, quando capita e probabilmente da questa naturalezza legata all’istante deriva la bellezza delle scene che fissa con l’obiettivo. Certo, qualche accorgimento c’è ed è necessario, perché è per esempio alle prime luci del giorno che si riescono a fare gli incontri migliori, nella luce più propizia.

Nessuna regola fissa e tassativa per le sue campagne fotografiche, però, in nome appunto dell’improvvisazione, di quel profondo legame con la terra d’origine e la natura che gli fa da guida nelle sue lunghe escursioni alla ricerca di nuovi attraenti soggetti. —



I commenti dei lettori