La nuova ondata ha colpito forte in provincia

È sempre più blu scuro la cartina della Protezione civile regionale che indica i positivi nei diversi comuni della provincia. Una cartina che viene aggiornata quotidianamente e che indica come la Destra Tagliamento sia stata interessata in maniera forte dalla nuova ondata di Covid. A Pordenone ieri si registravano mille 636 positivi. A Sacile i contagiati sono 815, a San Vito al Tagliamento 429, a Maniago 415. A Cordenons i positivi al virus sono 663, mentre a Casarsa della Delizia sono 274. A San Giorgio della Richinvelda sono 194 e a Caneva 248. Tra i paesi di ridotte dimensioni, Roveredo in Piano segna 224 positivi. Ad Andreis i positivi sono saliti a 2. Era stato l’ultimo comune bianco, senza contagi, ma da mercoledì non è più così. Nel resto della Valcellina, a Barcis ci sono 5 positivi, a Claut 18, a Cimolais 5 e a Erto e Casso 10. Sul fronte della sanità interviene il consigliere regionale del Pd Nicola Conficoni: «Del terremoto che sta scuotendo la sanità del Friuli occidentale e quindi tutto il territorio pordenonese, con la clamorosa spaccatura tra il centrodestra regionale e quello locale, il presidente Fedriga se ne lava le mani – afferma –. Il suo mancato riscontro all’interrogazione che gli avevamo esplicitamente rivolto per chiedergli se stava con il suo vice Riccardi o con il Friuli occidentale attesta come chi guida la Regione non voglia condividere la responsabilità di una situazione obiettivamente insostenibile». Secondo Conficoni «scegliendo di non rispondere Fedriga ha dunque confermato le divisioni nel centrodestra che stanno penalizzando la Destra Tagliamento».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Dentro il "Mostro del Mar Caspio", l'aereo sovietico spento per sempre 30 anni fa

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi