Contenuto riservato agli abbonati

Operaio trentenne morì il primo giorno di lavoro, il giudice scagiona il titolare

Da sinistra gli avvocati Remo Anzovino e Alessandro Da Re, difensori del presidente del cda

La difesa della Pezzutti: è la conferma che l’azienda è un modello per la sicurezza

PORDENONE. Operaio trentenne morì in uno scontro fra muletti, il datore di lavoro non ha alcuna responsabilità. Il gip Monica Biasutti ha archiviato la posizione del presidente del cda di Pezzutti group spa Emanuele Bassetto, 58 anni, di Vittorio Veneto, difeso dagli avvocati Remo Anzovino e Alessandro Da Re.

Lo stesso pm Federico Facchin aveva chiesto l’archiviazione, a conclusione dell’indagine.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Milano, vigile in borghese spara un colpo in aria: disarmato da un gruppo di ragazzi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi