Contenuto riservato agli abbonati

Ospedale sotto pressione: fino a duecento ingressi al giorno in pronto soccorso

Il pronto soccorso, da dicembre, si è sdoppiato per accogliere, da una parte i pazienti “normali”, dall’altra quelli positivi al Covid. Un doppio sforzo che gli operatori affrontano senza nuovi innesti, facendosi in quattro ogni giorno

UDINE. Ore 9.30 di domenica 16 gennaio al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia. La situazione, in quel frangente, è tranquilla. Ma si tratta solo di una calma apparente.

«Nel pomeriggio e la sera il numero di arrivi aumenta», ammette Mario Calci, direttore del pronto soccorso di Udine. Il sistema è sotto pressione a causa degli effetti della nuova ondata Covid, con il personale che si sta facendo in quattro per reggere l’urto della pandemia.

«Ogni

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi