Contenuto riservato agli abbonati

Bollette da capogiro, esercenti e artigiani chiedono aiuti immediati

Le utenze di bar, ristoranti, negozi e officine sono lievitate come mai prima. Il peggio deve ancora venire: i rincari di gennaio diventeranno realtà solo a marzo

UDINE. Stanno arrivando giorno dopo giorno e lasciano senza parole i destinatari, artigiani, commercianti e pubblici esercenti che le ricevono. Perchè l’esplosione dei costi di luce e gas hanno fatto raddoppiare se non triplicare le bollette.

La situazione, già pesante, è destinata a peggiorare a breve: nelle bollette in scadenza, non c’è infatti ancora il ricarico degli incrementi di costo scattati il primo gennaio, che parlano di un più 55% per la luce e di un più 41,8% per il gas.

Video del giorno

I soldati ucraini sbagliano a usare il mortaio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi