Contenuto riservato agli abbonati

Il certificato di guarigione per un errore è retrodatato: infermiera resta senza Green pass

UDINE. Un errore materiale, un piccolo viaggio nel tempo, un inghippo fastidioso che contribuisce a complicare situazioni già difficili. Il certificato di guarigione dal Covid-19 porta la data di validità indietro di oltre quattro mesi e il Green pass aggiornato al suo nuovo stato di salute non arriva. Il risultato? Rendere impossibili, di fatto, una serie importante di attività quotidiane.

Video del giorno

Crozza diventa Berlusconi: "Sono trent'anni che invento storielle"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi