Contenuto riservato agli abbonati

Negativi al tampone ma ancora senza certificato di guarigione dall’Asfo: alunni respinti dalla scuola e costretti alla Dad

Simonetta Polmonari, dirigente dell'Isis Sacile-Brugnera, mette in evidenza come tutti i presidi, con i collaboratori, diano «prova di grande efficienza e abnegazione. A fronte di norme complesse e spesso di difficile applicazione, riusciamo a garantire l'apprendimento in presenza e a distanza assicurando il diritto allo studio»

PORDENONE. I certificati di guarigione arrivano al rallentatore nelle scuole e aumentano banchi e cattedre vuote nel Friuli occidentale. Circa il 30 per cento di assenze medie tra alunni e docenti: la burocrazia-lumaca sui tracciamenti a scuola e l'impennata dei contagi mettono in crisi il rientro nelle aule post-Covid, con alunni che sono stati rimandati a casa da scuola perché si erano presentati solamente con l'attestazione del tampone negativo.

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi