Contenuto riservato agli abbonati

La denuncia dei sindacati: «Sui bus autisti e controllori aggrediti da chi rifiuta la Ffp2»

La Cisl: il personale che chiede di indossare la mascherina riceve spintoni, sputi e anche pugni

UDINE. «Scusi può indossare la mascherina Ffp2?». Oppure: «Scusi può indossare correttamente la mascherina?».

Troppo spesso sugli autobus la cortesia non basta perché a questi inviti il passeggero reagisce se va bene con insulti verbali, se va male con spintoni, sputi e persino pugni.

E le organizzazioni sindacali sollecitano le aziende e i prefetti ad aprire un tavolo per affrontare il problema.

Il caso registrato, l’altro giorno, a Gorizia non sarà l’ultimo e la Cisl lancia l’allarme: «Siamo a una media di almeno tre aggressioni verbali al giorno tra le quattro aziende del Tpl e Trenitalia.

Solo

Video del giorno

Torino, gli agguati in metrò della baby gang del centro: presi in quattro fra i 15 e i 17 anni

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi