In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
il progetto

Una teleferica e nuove gallerie per sghiaiare il lago di Barcis

L’assessore Scoccimarro ha presentato il piano ai sindaci «Tutte le opere realizzate in accordo con le comunità»

Fabianio Filippin
2 minuti di lettura





Una teleferica con carrelli o un tunnel al cui interno verrà inserito un nastro trasportatore. Oppure ancora una galleria di bypass del lago di Barcis, la costruzione di un traforo stradale a Montereale e infine la modifica dello scarico di fondo dello sbarramento di Ravedis.

Gli scenari ipotizzati dall’ingegner Nino Aprilis per risolvere il problema della ghiaia in eccesso nel Cellina sono numerosi, ma l’assessore regionale Fabio Scoccimarro ha una certezza. «Ogni passo andrà compiuto in accordo con il territorio, scegliendo un’opzione che sia condivisa e comune per una realizzabilità in tempi rapidi dell’opera individuata», ha garantito ieri mattina l’esponente della giunta Fedriga durante la presentazione (quasi a sorpresa) nella sala del Centro Menocchio delle proposte avanzate dall’ingegner Aprilis.

Con un brevissimo preavviso inviato ai sindaci della vallata e agli enti coinvolti nella gestione degli impianti idroelettrici della zona, Scoccimarro è salito in municipio a Monterale Valcellina. Qui ha esposto i risultati a cui è giunto il professionista incaricato dal consorzio di bonifica Cdellina Meduna per risolvere una volta per tutte l’emergenza inerti.

L’assessore all’ambiente ha ricordato l’attenzione che l’esecutivo Fedriga ha sempre riservato a questo tema. «Il progressivo interramento del bacino di Barcis rappresenta una priorità – ha sottolineato alla presenza di amministratori e di qualche residente –. Per questo motivo già nel 2018 è stato costituito un gruppo di lavoro interdirezionale che individuasse le possibili strade operative. La nostra politica si è sempre basata sulla ricerca dell’equilibrio tra la tutela dell’ambiente e della salute da una parte e il turismo e le aziende dall’altra. Tutto in condivisione con il territorio e quindi con i Comuni che sono le prime sentinelle e i bracci operativi della pubblica amministrazione».

«Abbiamo già rimosso 160 mila metri cubi di materiale a monte dell’invaso valcellinese a cui è seguita una seconda asportazione di 500 mila metri cubi nel sito più critico – ha continuato l’assessore regionale all’ambiente –. Grazie ai finanziamenti legati alla tempesta Vaia, queste due prime fasi sono state realizzate garantendo la messa in sicurezza dell’alveo. Per tenere fede agli impegni presi, abbiamo investito più di 5 milioni di euro, senza contare le opere di viabilità sulla riva destra di Barcis».

Ora l’attenzione si dovrà concentrare sulla terza tranche di lavori che prevede la definitiva bonifica dell’area attraverso l’applicazione di una delle ipotesi emerse dallo studio presentato ai sindaci. Nessuna decisione è stata quindi ancora presa.

«Gli scenari illustrati oggi richiedono interventi economici notevoli e la giunta regionale risulta già impegnata per reperire le risorse anche grazie al Piano nazionale di ripresa e resilienza», ha concluso Scoccimarro che ha anche parlato di un futuro confronto con Cellina Energy, gestore del lago fino al 2029, sulla questione della ripartizione degli oneri manutentivi del territorio. —



I commenti dei lettori