Quirinale, intesa raggiunta per il Mattarella bis

ROMA. Raggiunta un' intesa nel vertice di maggioranza sul bis per Sergio Mattarella. «È una grandissima gioia», le dichiarazioni di Matteo Renzi mentre lasciava la riunione. A mezzogiorno, Matteo Salvini aveva invece sentenziato: «Gli italiani non meritano altri giorni di confusione. Io ho la coscienza a posto, ho fatto numerose proposte tutte di alto livello, tutte bocciate dalla sinistra. Riconfermiamo il presidente Mattarella al Quirinale e Draghi al governo, subito al lavoro da oggi pomeriggio, i problemi degli italiani non aspettano».

A scendere in campo è stato direttamente il premier Mario Draghi che, dopo un colloquio di circa mez'ora con il capo dello Stato, ha contattato al telefono tutti i leader dei partiti per stringere sulla rielezione di Mattarella e chiudere così la partita.

Già in mattinata Enrico Letta, durante la riunione dei grandi elettori dem, aveva aperto al capo dello Stato: «Occorre tentare tutto il possibile per la quadratura del cerchio» ma «se non si riesce ad arrivare in fondo, c'è la saggezza del Parlamento, assecondarla è democrazia», facendo un chiaro riferimento ai voti presi ieri da Mattarella (336).

Con la settima votazione andata ormai in archivio, dovrebbe quindi essere l’ottava (alle 16.30) quella buona: quella con Mattarella ancora Presidente della Repubblica.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Torino, gli agguati in metrò della baby gang del centro: presi in quattro fra i 15 e i 17 anni

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi