Contenuto riservato agli abbonati

Tre dipendenti lasciati a casa come esuberi: «Licenziamenti illegittimi»

TARVISIO. L’azienda li licenzia: proprio loro tre, su un’ottantina di dipendenti. E in appello, dopo una prima pronuncia sfavorevole, quel provvedimento è giudicato illegittimo e ai lavoratori è riconosciuta non soltanto un’indennità risarcitoria, ma anche il diritto all’immediata reintegra.

Invece di chiudersi qui, tuttavia, il caso dei dipendenti della “Kito chain Italia srl”, la società subentrata nella gestione dello stabilimento Weissenfels di Fusine, oggi guidata dal managing director Raffaele Fantelli, presidente di Fvg Strade, prosegue in un crescendo estenuante, tanto più trattandosi di persone con quasi 40 anni di servizio alle spalle e a 3 dalla pensione.

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi