Contenuto riservato agli abbonati

Cosa succederà dopo la presa di Kiev? Il timore del presidente sloveno: temiamo un’escalation fino ai Balcani

Pahor guarda con preoccupazione al conflitto aperto da Putin. «Va rafforzata la presenza militare nelle vicinanze dell’Ucraina»

LUBIANA.Preoccupazione per le sorti dell’Europa, indignazione per l’atto di guerra di Putin verso uno Stato sovrano e membro dell’Onu e piena condivisione della posizione Nato. Il presidente della Slovenia Borut Pahor parla dell’aggressione di Mosca senza balbettamenti e lo fa in un giorno che doveva essere di festa, di celebrazione del sentimento di riconciliazione Italia-Slovenia. Ieri infatti sono state consegnate le onorificenze della Slovenia alla senatrice Tatjana Rojc, al sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e ai presidenti di Skgz Ksenija Dobrila e della Sso Waletr Bandelj.

Presidente,

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi