Contenuto riservato agli abbonati

Aumentano le vittime della “truffa dei mobili”, l’odissea della signora Michela: «Ho pagato 32 mila euro per l’arredamento mai consegnato»

Paolo Marco Filippin

La frode a Brugnera, Federconsumatori: «Al momento risolte le pendenze con le finanziarie»

BRUGNERA. In 89 pagine di querele c’è l’odissea di Michela Pompeo: è una dei 59 truffati nella vendita dei mobili fantasma che hanno pagato alle ex aziende Stato Italia e Industrie riunite, a Brugnera. Cucine, salotti e bagni che non sono mai stati consegnati. «Ho pagato 32 mila euro di mobili mai consegnati e vivo questa tragedia da cinque anni – ha raccontato Michela Pompeo, 59 anni, di Conegliano –.

Video del giorno

Cappella Sistina, Jason Momoa si scusa coi fans italiani per le foto: “Non volevo offendervi”

Barrette di ceci, cioccolato fondente, mandorle e uvetta

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi