Bibbia e messe sul telefonino, canali social e Youtube: presentato il nuovo sito di Glesie Furlane

Il nuovo portale, anche in friulano, realizzato grazie a un contributo regionale

Un’associazione sempre più proiettata verso il futuro. Parliamo di Glesie Furlane, realtà associativa presente in Friuli Venezia Giulia da quasi cinquanta anni il cui obiettivo è far conoscere, studiare, promuovere, valorizzare con pubblicazioni e incontri tutto ciò che concerne la dimensione religiosa nella cultura friulana affidandosi a fonti, sia storiche che contemporanee. Proprio ieri l’associazione, ospitata nella sede della Regione a Udine, ha presentato il nuovo sito internet. «Un vero e proprio biglietto da visita per noi» ha dichiarato don Romano Michelotti, presidente di Glesie Furlane, illustrando il nuovo portale realizzato grazie al contributo della Regione.

Glesie Furlane è presente anche sui social network: su Facebook, con una pagina che vanta 2.000 contatti, Vimeo e YouTube. «Sarebbe stato impossibile per noi non aggiornarci – ha aggiunto don Michelotti – non solo perché siamo noti per essere sempre stati al passo con i tempi, ma anche perché, per rimanere in dialogo con le persone è necessario utilizzare la lingua e gli strumenti a loro più vicini. Ci tengo a ringraziare la Regione per il sostegno attraverso il quale abbiamo potuto realizzare questo nuovo strumento che ci aiuta proprio a essere sempre più accanto alla gente». Alla presentazione delle nuova piattaforma, Loris Pagotto di FriulUp, azienda informatica udinese che ha realizzato il sito, è sceso nei dettagli relativi alle novità del nuovo sito: «La versione precedente del portale era datata e con questo nuovo modello abbiamo adottato tutte le tecnologie più utilizzate oggi offrendo all’utente la possibilità di accedere al sito da qualsiasi dispositivo dando risalto ai contenuti che vengono aggiornati giornalmente». Tra le novità del portale la possibilità di fare ricerche nella Bibbia in friulano oltre al fatto che il sito internet risulta espandibile, con l’eventualità di inserire un e-commerce piuttosto che una web tv per la diretta delle messe, tutto questo a portata di Smartphone.

Soddisfazione per il traguardo raggiunto dall’associazione è stata espressa dall’assessore regionale Pierpaolo Roberti che ha rimarcato l’importanza dell’attività della Glesie Furlane sul territorio in merito alla diffusione della cultura religiosa. «Attività che, ha sottolineato l’assessore, grazie al nuovo portale avrà ancora più margine di diffusione e la possibilità di arrivare ai giovani grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cappella Sistina, Jason Momoa si scusa coi fans italiani per le foto: “Non volevo offendervi”

Barrette di ceci, cioccolato fondente, mandorle e uvetta

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi