Contenuto riservato agli abbonati

Superbonus 110%: tra il blocco dei prestiti e la carenza di forza lavoro, quali sono i reali rischi per proprietari e imprese

UDINE.  Pandemia, guerra in Ucraina, aumenti dei prezzi o blocco dei prestiti alle imprese: i caseggiati che hanno contato o stanno per scommettere su professionisti di alto livello, sicuri navigheranno nel mare burrascoso dei bonus per l’edilizia, anche se incontreranno ostacoli finanziari o burocratici, variazioni di decreti statali.

Mentre divampa il dibattito sulle dichiarazioni del presidente Draghi favorevole alla cancellazione del Bonus del 110%, è questa l’opinione di Vincenzo Nasini, avvocato, vicepresidente di Ape Italia (Associazione proprietà edilizia-Confedilizia), che sollecitato a tranquillizzare i condomìni e i loro abitanti, esclude una soluzione valida per tutti: “I rischi per chi ha già deliberato sui lavori da eseguire sono da valutare caso per caso.

Video del giorno

"Io, venuto al mondo mentre Falcone moriva. L'ostetrica fuggì via: era la zia dell'agente Schifani"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi