Contenuto riservato agli abbonati

Omicidio Toffoli, quella notte Lauretta gridò: «Aiuto mi ammazza». Ma nessuno dei vicini ha chiamato per salvarla

Sei vicini hanno riferito di averla sentita chiedere aiuto. Al medico legale chieste verifiche su tracce di violenze sessuali

UDINE. L’hanno sentita chiedere aiuto e non sono intervenuti. Nemmeno quando ha urlato «Aiuto, mi ammazza». Alla morte in diretta, nella palazzina Ater di via della Valle 4 in cui nella notte tra venerdì e sabato scorsi è stata brutalmente uccisa la 74enne Lauretta Toffoli, si risponde girandosi dall’altra parte. Spegnendo l’abat jour e tirandosi su le lenzuola. I condomini che, in sede di sommarie informazioni testimoniali, hanno riferito agli agenti della Squadra mobile che indagano sul caso di avere riconosciuto le urla della vicina del secondo piano, in un orario imprecisato tra l’1.30

Video del giorno

"Io, venuto al mondo mentre Falcone moriva. L'ostetrica fuggì via: era la zia dell'agente Schifani"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi