Contenuto riservato agli abbonati

Ha ucciso la moglie che voleva separarsi da lui, il giudice lascia in carcere Castellani

CODROIPO. Resta in carcere Paolo Castellani, il 44enne reo confesso dell’omicidio della moglie Elisabetta Molaro, uccisa all’età di 40 anni, con decine di coltellate, la notte tra martedì 14 e mercoledì 15 giugno, nell’abitazione in cui abitavano, a Codroipo.

Lo ha deciso il gip del tribunale di Udine, Mariarosa Persico, sciogliendo le riserve sull’udienza di convalida celebrata venerdì e con la quale ha convalidato l’arresto che i carabinieri avevano effettuato in quasi flagranza di reato, grazie alla segnalazione di un’automobilista che lo aveva incrociato seminudo, all’alba, nella zona di Villa Manin di Passariano.

Video del giorno

Napoli, aliscafo sbanda e si schianta contro la scogliera di Mergellina: paura tra i bagnanti

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi