Contenuto riservato agli abbonati

In duomo il ricordo di Elisabetta, uccisa dal marito: verremo fuori insieme da questa tragedia

Il parroco ha invitato i fedeli a cercare una via spirituale per vivere questi giorni così drammatici

CODROIPO. Gli sguardi profondi sui volti ancora attoniti dei cittadini di Codroipo confermano che la morte di Elisabetta Molaro, la quarantenne uccisa dal marito, Paolo Castellani, mentre le due figlie dormivano nella stanza accanto, è un dolore pesante da superare anche per una comunità che fin dai primissimi momenti si è stretta in un rigoroso silenzio. Ieri in molti hanno pregato in duomo con monsignor Ivan Bettuzzi, cercando «una chiave spirituale per vivere questi giorni così drammatici».

Video del giorno

Napoli, aliscafo sbanda e si schianta contro la scogliera di Mergellina: paura tra i bagnanti

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi