Contenuto riservato agli abbonati

Falde acquifere mai così basse: si va verso il divieto di innaffiare orti e giardini e di lavare le auto a casa

La situazione del Fella

I Consorzi di bonifica valutano quando introdurre le prime misure: “Se nei prossimi giorni non pioverà razionalizzeremo le forniture”

UDINE. In una settimana le falde acquifere sono scese anche di 60 centimetri e per ricaricarle serviranno alcuni mesi. Manca l’acqua per irrigare le colture e i Consorzi di bonifica, dopo l’intervento della Regione, si preparano a razionalizzare l’acqua.

A iniziare dai divieti di innaffiare i giardini, lavare l’auto e riempire le piscine per i bambini.

Video del giorno

Giordania, cede la fune e un serbatoio di cloro cade sulla nave: la nuvola tossica uccide 10 persone

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi