Il calcio carnico in lutto per la morte a soli 36 anni di Federico Lirussi

Viveva a San Giorgio, ma non ha mai allentato i contatti con la sua terra. Era cresciuto a Zuglio e una delle sue grandi passioni era il calcio. Aveva giocato nel Tolmezzo, nel Real, con i Mobilieri e Fusca.

SAN GIORGIO. Il mondo del calcio carnico è in lutto per la scomparsa a soli 36 anni di Federico Lirussi, morto domenica 19 giugno vinto da una malattia contro la quale combatteva da un anno.

La notizia della scomparsa di Federico è stata colta con tristezza dall’intera Carnia, perché anche se da tempo viveva a San Giorgio di Nogaro, i legami con la sua terra erano rimasti fortissimi.

Federico Lirussi era cresciuto a Zuglio e una delle sue grandi passioni era il calcio. Aveva giocato – come ricorda la pagina Fb Campionato Carnico – nel settore giovanile del Tolmezzo, ma aveva frequentato anche il mondo del Campionato Carnico giocando con Real, Mobilieri e Fusca.

Poi un’esperienza nel Malisana, mentre negli ultimi anni si divertiva con gli Amatori Arta. Federico, che lavorava in un’acciaieria di San Giorgio (aveva iniziato un corso di formazione per progredire, che purtroppo non è riuscito a completare), lascia la compagna Eleonora, i due figli Alice di 15 anni e Alessandro di 8, i genitori Franco Libero e Rita, che negli ultimi difficili mesi gli sono stati vicini nella loro abitazione di Sutrio.

Lo zio di Federico è Andrea Citran, apprezzato collaboratore di Carnico.it e della trasmissione di Radio Studio Nord “A tutto Carnico”. I funerali saranno celebrati martedì 21 alle 15 nella Chiesa di San Leonardo a Zuglio.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Napoli, aliscafo sbanda e si schianta contro la scogliera di Mergellina: paura tra i bagnanti

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi