In una via di Udine un guasto blocca il gas da giorni: ristoratori e condòmini esasperati

In via Del Freddo disagi da venerdì. I gestori del bar: attesa che ci penalizza. I residenti: ritardo eccessivo. Senza le verifiche di Amga e vigili del fuoco il servizio non può riprendere.

UDINE. Da venerdì l’enoteca Fred di via del Freddo, così come il condominio soprastante, sono senza gas.

Un guasto improvviso alla rete ha costretto una ditta privata a intervenire con urgenza, ma nonostante i lavori siano stati portati a termine già venerdì, il locale così come i condòmini, sono impossibilitati a utilizzare i fornelli e l’acqua calda.

«Non è possibile far passare così tanti giorni, e la responsabilità è di Amga – sbotta Renato Paglia, che insieme a Robert Damo gestisce l’enoteca –. Non solo siamo penalizzati, ma non abbiamo informazioni su quando il servizio sarà ristabilito e, soprattutto, sulle ragioni di uno stop così prolungato».

L’allarme è scattato venerdì attorno alle 2 del mattino. In quel caso l’Amga è subito intervenuta bloccando l’erogazione del gas. Qualche ora dopo, una ditta incaricata dall’amministratore di condominio è accorsa per riparare il guasto, ripristinando le condizioni ante guasto.

«Subito dopo, sapendo che l’impresa aveva inviato ad Amga tutta la documentazione con la dichiarazione di conformità dell’impianto – ricostruire Paglia – ho tentato in tutti i modi di mettermi in contatto con Amga, tramite il numero verde e le e-mail, senza ottenere risposte esaustive.

Pareva dovessero arrivare martedì, ma alla fine non si è visto nessuno. Non riusciamo a capire perché siamo costretti a restare senza gas nonostante il guasto sia stato riparato». Il disagio ha costretto il locale a dotarsi di una piastra elettrica per far funzionare la cucina.

«Ma non è la stessa cosa – evidenzia Paglia –. Dopo due anni di pandemia in cui abbiamo lavorato a singhiozzo, non vedo il motivo di tenere ferma un’attività per una situazione del genere. Stiamo patendo un disservizio enorme. E non ci è possibile comunicare con Amga».

Da parte sua la società assicura che giovedì 23 giugno alle 11 il gas sarà riattivato: «Venerdì la ditta che è intervenuta in via del Freddo – fanno sapere da Amga – ci ha inviato le carte sull’intervento effettuato. La verifica sulla documentazione è stata chiusa lunedì, ma essendoci nel condominio una centrale termica di una certa dimensione, è stato necessario coinvolgere i vigili del fuoco prima di ripristinare il servizio».

Anche Amga, quindi, ha dovuto attendere il via libera dei vigili del fuoco, via libera che è arrivato solo ieri pomeriggio. «Non ci era possibile riattivare l’erogazione del gas senza questo ok», chiudono da Amga.

La perdita di gas, infatti, si è verificata su un tratto di rete privato, e quindi i tecnici della società hanno solo potuto bloccare il flusso di gas senza occuparsi della riparazione vera e propria.

Ieri pomeriggio, al quinto giorno senza gas, qualche mugugno dai condòmini di via del Freddo, c’è stato: «Per fortuna siamo in estate e non in inverno, altrimenti senza riscaldamento per così tanto tempo sarebbe stato difficile – ammette una signora –. Un certo disagio c’è comunque, speriamo che il guasto sia stato riparato del tutto».

A due passi, nel garage sotto la palazzina, un altro condomino commenta: «Lavarsi con l’acqua fredda non è il massimo, qui ci sono anziani e bambini. Cinque giorni sono effettivamente troppi».

A subire gli inconvenienti maggiori, però, come già accennato, è l’enoteca Fred: «Non è un nostro problema chi o perché deve riattivare l’erogazione del gas, a noi interessa poter lavorare – afferma ancora Paglia –. Come c’è un pronto intervento di Amga per chiudere il gas in caso di guasto, dovrebbe essercene uno anche per ripararlo con una certa urgenza.

Non possiamo attendere i tempi della burocrazia. Senza contare che sul sito della società non si trova un modo per comunicare in maniera diretta con i vertici della società per far presente il disservizio a cui siamo costretti». 

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Giordania, cede la fune e un serbatoio di cloro cade sulla nave: la nuvola tossica uccide 10 persone

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi