Contenuto riservato agli abbonati

Eseguita l’autopsia, Elisabetta è stata uccisa dal marito con 57 coltellate

La donna è stata colpita con fendenti nella parte superiore del corpo, concentrati nella zona tra il capo e il collo. Il Comune di Codroipo proclama il lutto cittadino per il giorno dei funerali

CODROIPO. Cinquantasette fendenti. Tante sono le coltellate con cui Paolo Castellani, 44 anni, ha colpito a morte la moglie Elisabetta Molaro, di quattro anni più giovane, nella loro casa di Codroipo lo scorso 16 giugno.

È quanto emerso nel corso dell’autopsia effettuata giovedì 23 giugno sul corpo della quarantenne impiegata in un’agenzia di assicurazioni. A occuparsi dell’esame necroscopico il medico legale Lorenzo Desinan, affiancato dai consulenti nominati dall’avvocato Carlotta Rojatti, che tutela gli interessi della famiglia di Elisabetta: il medico legale Nicola Li Volsi, l’esperto della scena del crimine Edi Sanson e la criminologa Linda Pontoni.

Video del giorno

Grado, la grande cucina sulla diga con la Via dei Sapori

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi