Contenuto riservato agli abbonati

Siccità e portate in calo, le centrali idroelettriche ora lavorano al 50 per cento

Gli impianti di Secab e A2A lavorano al 50%. Il presidente Pittino: sono molto preoccupato, il nostro bilancio ne risentirà

UDINE. In Friuli Venezia Giulia le centraline idroelettriche lavorano a metà. Il calo delle portate dei fiumi sta mettendo a dura prova la produzione di energia elettrica. Anche se la situazione non è paragonabile alla siccità del fiume Po che ha costretto l’Enel a spegnere una centrale nel Piacentino, in Carnia, nonostante la pioggia sia bene o male sempre presente, le conseguenze della carenza d’acqua non mancano.

La

Video del giorno

Napoli, aliscafo sbanda e si schianta contro la scogliera di Mergellina: paura tra i bagnanti

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi