Cividale, oltre 2.200 porzioni di frico per gli alluvionati del Friuli

Cividale ha aperto la via, nella speranza che «tante altre località si allineino, trasformando la pietanza simbolo della regione in uno strumento di concreta solidarietà». Sul modello dell’amatriciana per Amatrice ecco il frico per il Friuli martoriato dal maltempo: Cividale ha stretto, sabato 8 dicembre, un simbolico gemellaggio con Sappada e adesso, appunto, l’auspicio è che il progetto (sostenuto da una folta cordata di realtà e reso possibile, in primis, dall’imprenditore Arnaldo Zorzetto, che ha preparato il mega-frico) si allarghi a macchia d’olio, rinnovandosi in altri centri desiderosi di dare un contributo alle comunità che stanno faticosamente cercando di rialzarsi dopo l’emergenza. Ogni porzione di frico solidale (oltre 2.200 quelle disponibili, esaurite in fretta) ha fruttato un’offerta a partire dalla quota base di 5 euro: il ricavato sarà devoluto al Comune di Sappada  (foto Petrussi)

Pane integrale alle erbe aromatiche e semi oleosi

Casa di Vita