In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Kate in tartan, ambasciatrice della moda britannica negli Usa

Kate in tartan, ambasciatrice della moda britannica negli Usa

La principessa del Galles ha iniziato il royal tour condotto assieme al marito, il principe William, negli Stati Uniti, con una dichiarazione d'intenti: promuovere la moda britannica nel Nuovo Mondo vestendo british dalla testa ai piedi

1 minuti di lettura

Sono tempi bui per la monarchia, tra il calo di popolarità seguito alla scomparsa dell'iconica regina Elisabetta II, le polemiche legate alla rappresentazione televisiva della famiglia reale su The Crown e da ultimo lo scandalo sul razzismo a corte che ha portato Buckingham Palace a scusarsi dopo le dimissioni di Lady Susan Hussey, ex dama di compagnia della regina Elisabetta II, colpevole di aver condotto uno scambio di battute di matrice razzista durante la visita all'organizzazione umanitaria "Sistah Space” .
Alla luce di tutto questo è più importante che mai, per la coppia glam formata dal principe William e Kate Middleton, assicurare il successo del proprio viaggio negli Usa, il primo da otto anni a questa parte, e nel ruolo di rappresentanza rivestito dai principi di Galles gioca una parte importante anche la moda. La futura regina Kate è infatti, come abbiamo spesso detto, una royal fashion influencer e in quanto tale costituisce un'importante risorsa economica per il Regno Unito, grazie alla sua capacità di incrementare i guadagni dei brand britannici che sceglie di vestire: tutto quello che indossa Kate scatena un fenomeno emulativo - detto Effetto Kate - che genera un aumento immediato e anche sul lungo termine di vendite nonché il sold out di capi nel giro di giorni, perfino ore.

William e Catherine, principi del Galles, in visita dalla sindaco di Boston Michelle Wu
William e Catherine, principi del Galles, in visita dalla sindaco di Boston Michelle Wu (reuters)

Per partecipare al lancio dell'Earthshot Prize, il premio ambientalista creato dal principe William, alla Boston's City Hall, Kate ha dunque fatto una scelta di stile significativa non solo dal punto di vista simbolico - tutto verde, in linea con il tema green - ma anche dal punto di vista "politico": vestire marchi britannici da capo a piedi, per promuovere la moda del Regno Unito nel Nuovo Mondo e confermarsi la miglior ambasciatrice del brand “monarchia” in epoca post Brexit.
William e Kate al loro arrivo all'aeroporto di Boston
William e Kate al loro arrivo all'aeroporto di Boston (reuters)

Lo sfoggio di patriottismo è iniziato già al suo arrivo all'aeroporto internazionale Logan, a Boston, con indosso un completo blu Alexander McQueen (abbinato a orecchini di zaffiro appartenuti a lady Diana), ed è continuato quando, durante la cerimonia che ha visto accendere le luci verdi sul municipio di Boston assieme alla sindaca Michelle Wu, in un countdown per la cerimonia di assegnazione dell'Earthshot Prize, la principessa del Galles ha indossato un abito in tartan di Burberry, british heritage brand. Inglese anche il cappotto, Alexander McQueen, inglesi le scarpe - un paio di décolleté verdi di Emmy London - e inglese anche la borsa, Mulberry, color verde bosco. A completare l'outfit, un paio di orecchini Shyla London.

Un particolare degli orecchini indossati da Kate
Un particolare degli orecchini indossati da Kate (ansa)