Premio Usa alla ricercatrice Magris

Al simposio internazionale ha discusso una ricerca sulle violenze

Una ricerca sulle violenze “vince” al congresso mondiale degli esperti di settore ed è anche “targata” Pordenone.

Sabrina Magris ha partecipato a Orlando, negli Usa, al congresso mondiale sulle violenze e violenze sessuali. Si tratta del più importante appuntamento mondiale dove si riuniscono 4 mila persone tra forze di polizie di tutto il mondo, medici, criminologi.

Durante il simposio vengono presentate le ricerche che modificheranno i criteri e le attività di sicurezza a livello investigativo e forense. Tra le 15 selezionate tra le migliaia presentate da tutto il mondo, vi è – unica per l’Europa – quella italiana del team di ricerca di Ecole Universitaire Internationale.

Lo scorso anno, al simposio di Washington, presentò la prima parte della ricerca. Il gruppo è composto da cinque donne italiane, ognuna con un’area di competenza specifica. Sabrina Magris dal Friuli Venezia Giulia, Martina Grassi dall’Emilia Romagna, Francesca Fanti dalla Toscana, Monica Zanzarella dalla Puglia e Teresa Pavone dal Molise.

La ricerca, che si è sviluppata in alcuni anni, si concentra su droga dello stupro e violenze sessuali, occupandosi dell’ambito investigativo-sanitario-forense e di prevenzione del fenomeno sempre più in aumento anche in Italia.

L’anno scorso il vicepresidente degli Stati Uniti Biden aveva conferito la menzione d’onore al gruppo di ricerca tutto italiano, che non aveva beneficiato, peraltro, per il lavoro svolto, di fondi pubblici.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi