Dopo l’anno della Dad, per la scuola è l’estate delle ripetizioni online

Oltre a bonus per pc e connessione per la necessità di recuperare un anno scolastico difficile, molte aziende mettono a disposizione dei figli dei dipendenti ripetizioni e lezioni online come forma di welfare aziendale
1 minuti di lettura

Si è concluso quello che può essere considerato l’anno scolastico più difficile di sempre per studenti e famiglie, tra chiusure delle scuole e Dad. Una recente ricerca di Skuola.net ha evidenziato come uno studente su quattro è ricorso a ripetizioni private, per colmare lacune e recuperare debiti, o solo migliorare la propria preparazione in vista del nuovo anno scolastico.

Le lezioni di supporto sono state un onere economico aggiuntivo per molti italiani. Da qui la scelta di molte aziende di mettere a disposizione delle famiglie dei dipendenti ripetizioni e lezioni online, come forma di welfare aziendale, per garantire un pieno recupero degli studenti in vista del nuovo anno scolastico.

Tra le realtà coinvolte c’è Schoolr, startup romana per la formazione online, nata nel 2019 e pensata per studenti dalle scuole elementari fino all’università, con oltre duemila tutor selezionati a coprire più di mille materie. Già nei primi mesi del 2020 la piattaforma aveva messo a disposizione gratuitamente tutor e strumenti digitali per tutti  i ragazzi delle scuole medie e superiori, alle prese per la prima volta con la didattica a distanza. 

A gennaio 2021 è partito Schoolr Program, il servizio per l’homeschooling, per aiutare le tante famiglie italiane che nel corso dell’ultimo anno hanno deciso di far studiare i figli in casa. Schoolr ha messo a disposizione ore di lezione per quelle aziende che hanno scelto l’istruzione tra le proposte di benefit per i dipendenti. Dalle elementari all’università, sono state centinaia le lezioni  tenute nelle aule virtuali della piattaforma

Per questa iniziativa, la startup ha lavorato in partnership con Eudaimon, storico fornitore di servizi di welfare aziendale: in poche settimane sono state erogate oltre 600 ore di lezione ai figli dei dipendenti delle sei aziende che hanno inserito i servizi di ripetizioni online nei propri piani di welfare. In totale, sono 4000 le ore di lezione organizzate da Schoolr in ambito welfare con diversi partner.

«Nell’anno più difficile e particolare della storia dell’istruzione italiana dal dopoguerra in poi, Schoolr era pronta a fornire un supporto che fosse il più completo e professionale possibile, grazie all’esperienza accumulata nel settore delle lezioni online e alle tecnologie avanzate che caratterizzano la nostra piattaforma» spiega Cristiano Scarapucci, Ceo e cofondatore di Schoolr. «Quello che rimane centrale nel nostro approccio è il diritto di tutti all’istruzione: per questo stiamo lavorando al lancio in autunno di altri servizi, che renderanno le lezioni private davvero alla portata di tutti».