In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Obbligati dallo Stato a pagare doppio un servizio (con un’incombenza burocratica in più)

Un modo per rimpinguare le casse dell’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro. L’Inail

Renato D'Argenio
1 minuto di lettura

Obbligati a pagare doppio un servizio; un modo per rimpinguare le casse dell’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro. L’Inail. Costretti a un esborso esagerato anche se l’Istituto non fa nulla.

La tassa, perchè altro non è, riguarda la misurazione periodica dello scarico a terra degli impianti elettrici. Attività che interessa molte imprese. Una di queste ha scritto nei giorni scorsi alla direzione di Confartigianato. Ho deciso di pubblicare lo sfogo perchè rende bene l’idea di cosa tocca a chi fa impresa in Italia.

«Quella della misurazione dello scarico a terra degli impianti elettrici è una delle attività che facciamo ormai da anni e che in genere ci costava circa 250 euro, eseguita da organismo accreditato che incaricava un referente locale. Il referente veniva in azienda e faceva le misurazioni dei vari punti dell’impianto. Noi accompagnavamo il professionista in giro per i capannoni, rispondevamo alle sue richieste e gli indicavamo i punti dove voleva andare a misurare. Tutto fatto con estrema serietà e cognizione. Circa tre ore di lavoro, compresa la compilazione dei documenti».

«Ora, dal primo gennaio, c’è una legge che obbliga gli organismi accreditati a praticare i prezzi stabiliti in un tariffario. Legge che raddoppia i costi degli interventi con prezzi assurdi: parametro euro/ora 93 per un elettricista (vedi tabella)».

«Inoltre è prevista una retrodistribuzione del 5% all’Inail per “predisposizione della banca dati informatizzata delle verifiche”, ma è l’imprenditore che si deve accollare l’onere di dover registrare i dati delle misurazioni effettuate invece di farlo fare al professionista, che viene pagato con la tariffa doppia!» «Mi chiedo: è lecito che lo stato imponga un tariffario esorbitante per servizi tra privati? Dobbiamo veramente strapagare un servizio? È giusto paghi l’Inail (che ha già costi assurdi per le coperture assicurative che da) che ci impone anche l’incombenza – l’ennesima – del caricamento sul loro sito dei dati? Stavolta mi sono dovuto adeguare, ma spero che fra due anni, quando ricadrà l’obbligo di rifarlo, qualcuno sia riuscito a far modificare questa legge ingiusta”».

SEGUI IL SABATO LA RUBRICA "STATO CONTRO" DI RENATO D'ARGENIO, QUI TUTTI GLI ARTICOLI

I commenti dei lettori